fbpx

Penso che l’abbondanza sia fatta di piccole cose.
Di gesti, di emozioni e di capacità di scovare la ricchezza nella semplicità.

Certo” – dirai – “ma con le sensazioni non posso pagare le bollette!

Vista da questo punto di vista, non posso che darti ragione.
Allo stesso tempo, però, desidero condividere con te una riflessione che mi ha completamente cambiato la vita.
Non solo dal punto di vista interiore, ossia del mio approccio all’abbondanza, ma anche sul lato pratico e materiale della mia quotidianità.

Questa riflessione mi ha stimolata, infatti, a cambiare il mio approccio al concetto di ricchezza a 360 gradi.
“Guarda caso”, non appena l’ho interiorizzata nel profondo, tale consapevolezza ha portato ancora più abbondanza nelle mie giornate. E, se te lo stai chiedendo, sì: con abbondanza intendo anche più denaro e un aumento incisivo del fatturato del mio business.

Trasforma l’incertezza in una possibilità

Quando avevo un lavoro a tempo indeterminato come ingegnere industriale e rivestivo, nonostante la mia giovane età, un ruolo di responsabilità all’interno di una multinazionale, non mi sentivo affatto ricca. Per quanto avessi una posizione lavorativa di tutto rispetto e godessi del famoso “stipendio fisso”, correvo sempre al risparmio.

Non ti nascondo di aver vissuto diversi anni della mia vita focalizzando l’attenzione sulla scarsità.
Avevo paura di perdere: perdere gli amici, l’affetto dei miei familiari, il mio compagno, il lavoro… Tendevo a trattenere, quindi a controllare.

Dall’esatto momento in cui ho deciso di tuffarmi nella libera professione il mio rapporto con l’abbondanza è cambiato.
Inizialmente si è trattato di un vero e proprio trauma, te lo confesso. L’idea di non poter conoscere con certezza quali sarebbero stati gli introiti della mia attività (se non con il senno di poi, ossia a fine anno) mi metteva addosso un’ansia indescrivibile.

Temevo di affrontare anche la più banale spesa perché percepivo di non avere il controllo del flusso di denaro che entrava e usciva dal mio conto in banca. Senza considerare poi che, avendo strutturato il mio business da zero e completamente da sola, nella fase iniziale della mia attività mi pareva di essere una gocciolina dispersa in un oceano di professioniste molto più avanti, più brave, più carismatiche (chi più ne ha, più ne metta)… di me.
Quante notti insonni ho passato fissando con gli occhi sbarrati il soffitto della camera, pensando di aver fatto la scelta più azzardata e autodistruttiva della mia vita!

Vuoi sapere quando tutto (e intendo proprio tutto) è cambiato?
Quando ho scelto di vivere l’incertezza come una possibilità. Ricordo perfettamente di aver raggiunto questa consapevolezza durante la mia formazione come coach, nel corso di una sessione di pratica con una mia sorella di Luna Scuola di Coaching per l’Anima.
Da quel momento ho deciso che ogni giorno sarebbe stato per me un’occasione per generare e attrarre abbondanza.

Il mio conto in banca è magicamente lievitato a seguito di questa riflessione? No, affatto.
Ma ciò che si è evoluto pressoché immediatamente è stato il mio approccio, dunque il mio sentire. Percependo l’incertezza come una possibilità, mi sono subito sentita abbondante e protagonista della mia vita.

Ma non solo: mi sono anche sentita fiduciosa del fatto che dentro di me scalpitavano tutte le risorse di cui avevo bisogno per brillare.

Credimi quando ti dico che l’approccio fa davvero la differenza!

Se decidi di vivere nella scarsità, avrai scarsità (come ti racconto in questo articolo).
Ma se ti impegni ad attingere al tuo potenziale come fosse una fonte di abbondanza, allora avrai tutte le carte per realizzare i tuoi sogni, sia in ambito professionale che, più in generale, a livello personale.

Attenzione peró: quando cito l’approccio non mi sto semplicemente riferendo al “pensiero positivo”.
Una buona dose di ottimismo non basterà a far fiorire il tuo business. Per far crescere la tua attività ci vogliono impegno, tenacia e coraggio.

Quando avrai compreso cosa significa per te abbondanza e sarai in grado di percepire nel corpo le emozioni e i pensieri generati da questo sentire, potrai mettere in atto delle vere e propri azioni ispirate che ti porteranno a raggiungere gli obiettivi a cui ambisci.

Riscopri il tuo significato di abbondanza

Regalati un momento di pace e di relax, totalmente dedicato a te stessa.
Se ti fa piacere, scegli un luogo in cui ti senti serena e magari più propensa a contattare la voce della tua Anima.

In altre parole, trova quello che per te rappresenta un vero e proprio spazio sacro all’interno del quale tu possa sentirti sicura e fiduciosa nell’esplorare il tuo universo interiore.

Quindi chiudi gli occhi e pensa a un’occasione in cui ti sei sentita particolarmente abbondante. E, se dovessi fare difficoltà a identificarla, prova semplicemente a immaginare di essere abbondante in questo preciso istante nel qui e ora.

  • Quali sensazioni percepisci nel corpo mentre ti senti abbondante?
  • Quali emozioni provi mentre ti connetti a questo tuo sentire?
  • Quali pensieri si materializzano nella tua mente?
  • Cosa fai quando ti senti ricca e abbondante?
  • E che tipo di risultati raggiungi o hai raggiunto assecondando questo tuo sentire?

Ricorda che tutto ciò che ci accade (mi riferisco cioè a qualsiasi evento della nostra vita) non è altro che un’immagine proiettata dalla nostra Anima, la quale tende a comunicare con noi non attraverso le parole, bensì per mezzo delle emozioni. Puoi approfondire questo argomento leggendo il mio articolo “Curare le ferite dell’Anima con i miti”.

Se senti di voler esplorare insieme a me questo tipo di dinamica, ho una splendida notizia per te.
Puoi candidarti per ricevere una delle tre sessioni gratuite di coaching che metto a disposizione ogni mese. Non devi far altro che cliccare qui e compilare il questionario di candidatura.

Non vedo l’ora di leggerti!

[Pic by Arina Krasnikova on Pexels]

Chiara

Leave a Reply