Non è mai tardi per rinascere

Negli ultimi anni sono state molte le donne di età superiore ai 50 anni che si sono rivolte a me per intraprendere percorsi individuali di coaching per l’Anima ad approccio immaginale.

Se, da un lato, questo mi ha sorpresa (generalmente, infatti, le mie clienti hanno un’età che varia tra i 30 e i 45 anni), dall’altro mi ha regalato un’immensa gioia: l’idea che non sia mai troppo tardi per trasformarsi e rinascere è uno dei pilastri fondanti della mia attività.

Inoltre, da messaggera di ribellione e libertà, non posso che celebrare l’immenso coraggio che queste donne hanno messo in campo e hanno manifestato al mondo nel mettersi in gioco e in discussione. Trovo che il loro sia un esempio meraviglioso.

Non è un caso che abbia scelto di utilizzare la parola “coraggio” per onorare la presa di respons-abilità, ossia l’abilità di rispondere agli eventi della vita, di queste donne.
Sono molte, infatti, le convinzioni limitanti che spesso e volentieri soffocano la fioritura della saggezza e della consapevolezza che i 5o anni possono portare con sé.

Eppure, la realizzazione non ha età: puoi connetterti alla tua saggezza interiore in qualsiasi momento della tua vita.

 

Lo scopo di vita: una vera e propria caccia al tesoro

Contattare il tuo potenziale nascosto richiede anzitutto il coraggio di portare alla luce quelle dinamiche che non sono allineate alla tua essenza più pura, così da poterle lasciare andare.

Si tratta di un processo estremamente profondo e introspettivo che richiede la volontà di mettersi in ascolto per accorgersi di ciò che non risuona con la tua Anima. Dunque, con compassione e assenza di giudizio, pacificare tale immagine scegliendo di mettere in atto il cambiamento.
Ebbene: non esiste un momento “giusto” per diventare alchimista di te stessa.
Ogni momento può essere quello giusto!

Quando chiedo alle donne che si affidano alla mia guida come immaginano di sentirsi una volta riscoperto il proprio scopo di vita, la maggior parte delle volte ricevo la stessa risposta: “Al mattino mi sveglierei felice”.
Una risposta tanto semplice quanto potente.
Quando ti senti realizzata ed emani la tua verità, infatti, sei pura bellezza. E non è tutto: nel momento in cui ti allinei al percorso della tua Anima, sviluppi fiducia nei confronti di tutto ciò che ti accade, sviluppando un nuovo approccio verso gli eventi, le relazioni e, più in generale, nei confronti di quanto la vita ti pone davanti.
Non subisci più la vita, bensì co-crei con essa. 

Ecco perché parlo spesso di ri-scoprire il tuo scopo di vita.
La tua missione esiste già. Anzi, esisteva ancor prima della tua nascita! Non ti resta che ricordarla.

 

Cosa significa allinearsi al proprio scopo di vita?

“Le ghiande sono gravide di querce.” – diceva Hillman.
Nella sua semplicità questa manciata di parole custodisce un significato a dir poco immenso. Volendo parafrasare quanto sostenuto dal padre della psicologia archetipica, possiamo dire che ognuno di noi può rispondere alla chiamata della propria Anima.
In altri termini, tutti dispongono di uno scopo di vita.

Alcuni lo “trovano” più facilmente, magari intuitivamente, altri hanno bisogno di sperimentare a lungo prima di riscoprirlo.
Delle volte questa caccia al tesoro può risultare sfidante, stancante e anche frustrante. Ma ricorda: sei tu a scegliere come approcciare agli eventi della vita.
Se le difficoltà, gli ostacoli e i fallimenti non fossero delle punizioni, ma delle occasioni per manifestare il tuo potenziale? Non sono proprio questi elementi a metterti nelle condizioni di scoprire qualcosa in più su di te?
Non a caso, in questo articolo ti parlo come il fallimento possa essere un vero e proprio dono dal futuro.

Hillman riassumeva nel “fare Anima” il processo in cui ci apriamo a esplorare la dimensione dell’Ombra per riconnetterci alla nostra essenza più profonda. E, per quanto possa essere difficile o doloroso, il confronto con il buio interiore che dimora dentro ciascuno di noi ci permette di ascoltare la voce del nostro daimon, lo spirito guida che ci accompagna nella nostra caccia al tesoro.

Allinearsi al proprio scopo di vita significa ritrovare ciò per cui vale la pena vivere. Vuol dire non solo sapere chi vuoi essere e cosa vuoi nella vita, ma anche affidarti al tuo percorso di vita.
Quando sei allineata al tuo scopo di vita, sei in grado di prendere decisioni che ti rispecchiano e agisci con intenzione perché le tue azioni sono ispirate dal tuo Essere più profondo.
Di seguito ho raccolto per te alcune domande per approfondire questo argomento

 

Domande di auto-coaching per riscoprire il tuo scopo di vita

  • Se tu potessi rispondere dando voce all’intuito, quale senti essere la tua missione di vita?
  • Immagina la tua giornata tipo: quali attività prosciugano ogni tua energia e quali, invece, hanno il potere di ricaricarti?
  • Se tu potessi parlare con la te bambina, che cosa ti direbbe?
  • E se invece potessi confrontarti con la te futura (magari la versione di te tra 10 anni), quale messaggio ti darebbe?

Se sei alla ricerca del tuo potenziale nascosto, ho una splendida notizia!
Ho creato una risorsa gratuita che si chiama “La mappa del talento”. La puoi scaricare gratis da qui.

E se senti di aver bisogno di un supporto per riconnetterti alla tua essenza più profonda, ti suggerisco di dare un’occhiata ai miei percorsi di coaching per l’Anima ad approccio immaginale.

A presto!

[Pic by Andrea Crevatin]

Sono Chiara

Fondatrice di ALKHEIA Healing, Coach dell’Anima (ACC), formatrice, Facilitatrice di Alchimia dell’Anima, Moon Mother ®, operatrice Reiki e Istruttore di Yoga Sciamanico e Integrale. 

Intreccio coaching per l’Anima e approccio immaginale per guidarti a realizzare obiettivi allineati alla tua essenza, uscendo con consapevolezza e nel pieno del tuo potere personale da quel gioco tra ruoli, maschere ed identità che ti sta impedendo di accedere alla versione più pura di te.