La caduta dei guru

Oggi ci tuffiamo in un tema caldo e controverso: la caduta dei guru e la contestuale rivendicazione del nostro potere personale.

Perché il mito dei “guru” sta crollando?

Negli ultimi anni abbiamo assistito a un crescente fermento di ribellione verso figure che un tempo consideravamo “guru”, guide ineccepibili sul sentiero della crescita personale e spirituale.

Cosa ha portato a un tale cambiamento?
Te ne parlo in questo articolo.

Preferisci ascoltarmi piuttosto che leggermi?

Clicca su play e ascolta il mio podcast!

L’origine della ribellione

Se, da un lato, l’attuale periodo storico ha stimolato molte persone a mettere in discussione valori, priorità e, più in generale, il senso dell’esistenza, dall’altro questo risveglio (per molti improvviso) ha generato un senso di perdizione.

Il mito sociale del successo ci vede proiettare la prosperità in immagini dai tratti ben precisi, correlati a unità di misura finite, cifre e numeri che dovrebbero specchiare il nostro valore, ma che, in verità, altro non fanno che ingabbiarci in quegli stessi schemi da cui vorremmo liberarci.

La principale, nonché meravigliosa, caratteristica della libertà consiste proprio nel fatto che, per esistere, la libertà necessita di un qualcosa di cui spogliarsi.
In altre parole, la libertà è l’altra faccia del limite.

In questo splendido equilibrio in costante divenire si pone l’esperienza di ciascuno di noi, la nostra arte di vivere.

Ecco dunque che la presenza di una guida o di un maestro può giocare un ruolo fondamentale in quello che si prospetta essere un grandioso ma complesso viaggio: la riscoperta di se stessi.

Educare, insegnare e, più in generale, guidare qualcuno in questo processo è quanto di più lontano dall’imporre una propria verità a coloro che scelgono di affidarsi a un supporto esterno lungo il proprio cammino di crescita interiore.

In questa nuova era del risveglio individuale non c’è più spazio per gli antichi dogmi di un tempo. Il dubbio, infatti, ha aperto la strada a un nuovo livello di coscienza:

  • Stimolando il senso critico: l‘accesso a informazioni e prospettive diverse ha reso le persone più abili a discernere e a non accettare ciecamente verità calate “dall’alto”;
  • Stimolando la ricerca dell’autenticità: le persone cercano guide autentiche, ben lontane dall’essere detentori di una verità assoluta, bensì disposte a farsi canale di una verità che viene raggiunta dal singolo, in accordo ai propri tempi e alle proprie risorse interiori.

DELUSIONE E GIUDIZIO: DUE TRAPPOLE INSIDIOSE

La caduta di un mito può generare delusione e senso di colpa. Ci si può interrogare sulla validità del percorso intrapreso o addirittura sulla propria capacità di discernimento.

Attenzione però a non cadere nella trappola del triangolo drammatico!

La delusione è un’occasione preziosa per fare luce su dinamiche interiori correlate all’aspettativa, aprendo così le porte alla possibilità di rivendicare il nostro potere personale. Il senso di colpa, attraverso la medicina della frustrazione, può così lasciare spazio alla dimensione della gioia di esprimere se stessi.

Liberarsi dal triangolo drammatico

Nell’ottica del triangolo drammatico, la relazione con un guru vede la messa in scena di un mito in cui la vittima, delegando il proprio potere personale alla guida, rende quest’ultima carnefice o salvatore di se stessa.

Uscire dall’irretimento di questo gioco è fondamentale.

Solo rivendicando il nostro potere personale possiamo diventare protagonisti e co-creatori della nostra vita.

Il primo grande passo per l’evoluzione consiste nel nutrire e consolidare una sana leadership personale. Questo meraviglioso cambio di paradigma è già in atto e, se sei qui, significa che tu ne sei parte attiva.

[Pic by Maxology Photo]

Sono Chiara

Fondatrice di ALKHEIA Healing, Coach dell’Anima (ACC), formatrice, Facilitatrice di Alchimia dell’Anima, Moon Mother ®, operatrice Reiki e Istruttore di Yoga Sciamanico e Integrale. 

Intreccio coaching per l’Anima e approccio immaginale per guidarti a realizzare obiettivi allineati alla tua essenza, uscendo con consapevolezza e nel pieno del tuo potere personale da quel gioco tra ruoli, maschere ed identità che ti sta impedendo di accedere alla versione più pura di te.